Ti trovi qui: Blog > Risparmio energetico in casa: 6 idee per dimezzare la bolletta
Feed Rss

Risparmio energetico in casa: 6 idee per dimezzare la bolletta

March 08, 2018

/ Categoria: Fotovoltaico

Nonostante in Italia le temperature siano molto più alte rispetto al passato, quando arriva l’inverno le bollette diventano comunque più salate. In questo articolo ti diamo 6 suggerimenti per dimezzare la tua bolletta e aumentare il risparmio energetico in casa.

Ti piacerebbe risparmiare sulla bolletta semplicemente applicando alcuni accorgimenti nella gestione quotidiana della tua casa? Oggi parliamo di 6 semplici azioni che influiranno positivamente sulle tue finanze.


 

Scegli le lampadine a risparmio energetico

I vecchi modelli di lampadine a incandescenza sono ormai solo un ricordo. Oggi il mercato ti consente di scegliere tra 3 lampadine alternative:

  • Fluorescenti: producono una luce quasi equiparabile a quella delle lampadine a incandescenza, ma consumano fino a 5 volte meno energia. E durano a lungo, tra le 6000 e le 10 mila ore.
  • Alogene: forniscono circa 28 lumen/watt ma durano meno delle fluorescenti, tra le 2000 e le 4000 ore.
  • A led: riducono di quasi 8 volte la produzione di CO2 e sostanze tossiche rispetto alle lampadine incandescenti. In più, durano tantissimo, fino a 50 mila ore.

 

Utilizza il pieno carico per lavatrice e lavastoviglie

Spesso utilizziamo la lavatrice e la lavastoviglie con una certa compulsione: sentiamo il bisogno di lavare tutto all’istante, e non ci curiamo del fatto che l’apparecchio sia mezzo vuoto. Inverti questa tendenza e sforzati di:

  • Utilizzarle solo a pieno carico o con il programma amezzo carico”. Non solo risparmierai acqua ed elettricità, ma il lavaggio sarà migliore.
  • Evitare il pre-lavaggio, che è dispendioso oltre che poco efficace.
  • Limitare i lavaggi intensivi e ad alte temperature solo alle situazioni di sporco ostinato.

 

Impedisci la dispersione di calore dallo scaldabagno

Anche lo scaldabagno elettrico, di per sé, consuma grandi quantità di energia. Ma ne consuma ancora di più se non viene installato correttamente. Per contenere gli sprechi ed evitare dispersioni di calore, posiziona lo scaldabagno vicino al lavandino o alla doccia: in questo modo l’acqua calda non deve percorrere un percorso troppo lungo attraverso i tubi e può mantenere spontaneamente il calore acquisito con l’energia elettrica.

 

Installa un impianto fotovoltaico per il risparmio energetico in casa

Installando sul tetto di casa dei moduli fotovoltaici, puoi sfruttare l’energia solare direttamente e in modo gratuito. Se poi scegli di abbinare all’impianto fotovoltaico anche un sistema intelligente di accumulo dell’energia in batterie al litio, allora il risparmio energetico in casa sarà anche maggiore. Potrai infatti caricare le batterie durante il giorno e utilizzarle la sera, diventando completamente autosufficiente in termini di energia!

 Scarica l'ebook gratuito di T-Green

 

Posiziona correttamente gli elettrodomestici per non surriscaldarli

Forse non ci avevi mai pensato, ma per il risparmio energetico in casa è importante anche posizionare tutti gli elettrodomestici in modo corretto. Anche un piccolo accorgimento, come collocare frigorifero, TV, lavatrice, lavastoviglie (e tutti gli altri apparecchi elettronici) a una distanza minima di 10 cm dalla parete, può farti risparmiare elettricità.

Quando gli apparecchi sono messi troppo a ridosso del muro, non c’è ricircolo d’aria sufficiente a raffreddarli e, inevitabilmente, si surriscaldano. 10 cm non sono poi un così grande spazio, se rifletti sul fatto che allontanando gli apparecchi dalla parete eviti che si surriscaldino e producano un aumento dei consumi.

 

Dimenticati dell’opzione “stand-by” per gli apparecchi elettronici

Lo stand-by degli apparecchi elettrici incide in modo significativo sulla tua bolletta, perché tutti gli elettrodomestici apparentemente spenti sprecano in realtà energia elettrica. Ad esempio, si stima che lasciando un PC in stand-by per tutto il giorno si vada incontro ad una spesa annua di 120€, mentre lo stand-by del televisore può arrivare a costarti ben 60€ all’anno.

La classifica generale degli elettrodomestici che consumano più energia potrebbe essere questa:

  • Al primo posto, stampanti laser, fotocopiatrici e consolle
  • Seguono decoder, macchinette del caffè, TV e router
  • Terzo posto per i caricabatteria, i forni elettrici e gli impianti stereo.

La soluzione? Una sola: staccare la spina!

Vuoi saperne di più su come risparmiare sulla bolletta? Scarica il nostro eBook!

Fotovoltaico

Inserisci un commento