Ti trovi qui: Blog > Risparmiare energia elettrica: le 6 migliori abitudini
Feed Rss

Risparmiare energia elettrica: le 6 migliori abitudini

October 05, 2018

/ Categoria: energiarinnovabile, Risparmio, Fotovoltaico

Una bolletta troppo salata capita a tutti, prima o poi, e fa suonare i campanelli d’allarme: è in quel momento che ci chiediamo “Come mai sto spendendo così tanto? Come posso fare per risparmiare energia elettrica?”. La nostra risposta è che, per iniziare, puoi adottare 6 sane abitudini.

Se la tua bolletta è troppo salata, come accade a molte famiglie, dovresti sapere che bastano poche, semplici abitudini per iniziare a risparmiare energia elettrica. Non sono cambiamenti radicali per i quali devi sforzarti e stressarti, ma sono piccoli accorgimenti: scegliere le lampadine giuste od ottimizzare gli utilizzi di certi elettrodomestici, per esempio.

Ecco allora 6 tra i migliori comportamenti, divisi tra i locali della casa, che ti permetteranno di risparmiare energia elettrica.

 

1. Risparmiare energia elettrica con il frigorifero

Il frigorifero può consumare molta energia elettrica se viene utilizzato senza fare attenzione; la prima buona abitudine è quella di non aprire e chiudere il frigor di continuo, per prendere le pietanze una alla volta. Se vuoi risparmiare elettricità, sforzati di aprirlo una volta sola e prendere tutto ciò che ti serve… e alla svelta: anche tenere aperta l’anta del frigorifero troppo a lungo è una svista che costa caro.

Regola la temperatura al minimo, cioè tra 3 e 5 gradi per il frigo: temperature più basse non servono a nulla. Ricordati anche di non riempirlo troppo, perché un frigo stipato deve lavorare di più per refrigerare tutto il suo contenuto. Per lo stesso motivo, non mettere in frigorifero cibi caldi.

 

2. Forno

Vale, in parte, lo stesso discorso fatto per il frigorifero, cioè quando utilizzi il forno elettrico evita di aprirlo di continuo per verificare il grado di cottura del cibo. Se la ricetta lo permette, utilizzalo in modalità ventilata, perché la ventilazione permette al calore di distribuirsi più uniformemente e quindi di ridurre i tempi di cottura.

Poi, cerca di evitare il pre-riscaldamento (o se proprio non puoi evitarlo, fallo solo per il tempo necessario) e spegnilo qualche minuto prima della completa cottura perché il calore interno sarà, nella maggior parte dei casi, sufficienti a completarla. Infine, tienilo sempre ben pulito: può sembrare un fattore irrilevante per risparmiare energia elettrica, ma in realtà i residui di cibo tolgono potere riscaldante.

 

3. Lavatrice e lavastoviglie

Per comodità o pigrizia, o perché siamo di fretta, spesso abusiamo di lavatrice e lavastoviglie. Se solo riuscissimo a imporci piccole regole anche per l’utilizzo di questi 2 strumenti, riusciremmo a risparmiare energia elettrica con molta facilità.

risparmiare-energia-elettrica-lavatrice

Per la lavastoviglie, le abitudini sono:

  • Avviarla sempre a pieno carico, mai a mezzo
  • Abolire il pre-lavaggio o l’extra-risciacquo
  • Scegliere il programma “ECO” che, in genere, permette di diminuire del 25% la durata del ciclo
  • Per lo stesso motivo, abolire l’asciugatura con aria calda; basta aprire lo sportello e lasciare che le stoviglie asciughino da sole.

Per la lavatrice, valgono alcuni accorgimenti simili (sempre pieno carico e mai pre-lavaggio o extra-risciacquo); in più evita lavaggi a temperature elevate: 40° vanno bene per qualsiasi tipo di sporco, i 90° sono necessari solo se davvero la macchia è ostinatissima. Infine, fai caso alle fasce biorarie: tra le 23 e le 7 del mattino, in genere, l’elettricità costa di meno, quindi privilegia le ore notturne per far partire i tuoi carichi di panni sporchi.

 

4. Luci

Per risparmiare energia elettrica, è sempre consigliato tenere accese le luci il meno possibile. Chiaramente, diventa necessario:

  • Sfruttare la luce naturale, colorando le pareti con colori chiari (bianco, beige, arancione);
  • Privilegiare porte a vetri, che lasciano passare la luce da una stanza all’altra;
  • Disporre specchi qua e là, per aumentare la luminosità di ciascuna stanza;
  • Usare tende leggere e traslucide, così come tessuti in generale chiari e ariosi.

Laddove sono comunque fondamentali dei punti luce artificiali, la scelta deve ricadere su lampadine a basso consumo: più di tutte, convengono le lampadine a LED che, a fronte del loro maggiore costo iniziale, generano però una luce che non stanca l’occhio, assicurano consumi ridotti e lunga durata.

 

5. Stand-by degli apparecchi

Un’altra buona abitudine, che non ci costa alcuno sforzo ma ci fa risparmiare energia elettrica, è non lasciare mai i dispositivi elettronici in stand-by: quante volte lasci in stand-by il PC, la TV, il router, la macchinetta del caffè, la stampante, il telefono, la consolle, ecc.? Probabilmente tutte le notti, quando sei al lavoro, quando vai in vacanza, vero?

Ecco, lo stand-by dei dispositivi tecnologici è un’altra delle variabili che incidono sui tuoi consumi: perché vuoi consumare energia elettrica per un oggetto che nemmeno stai utilizzando? Non c’è motivo.

 risparmiare-energia-elettrica-standby

 

6. Scaldabagno

Uno dei tasti più dolenti: lo scaldabagno. Innanzitutto, è bene sapere che tra uno elettrico e uno a gas, è sempre meglio sceglierne uno a gas: consuma nettamente di meno.

Poi, bisogna fare attenzione a quanto e come utilizzarlo:

  • Per quanto riguarda il “quanto”, la risposta è “dipende”. Non è detto che sia meglio in assoluto accenderlo solo al bisogno piuttosto che tenerlo acceso 24 h su 24; la verità sta nel mezzo, quindi se sai che utilizzi l’acqua calda solo al mattino e la sera, puoi pensare di tenerlo acceso solo in quelle fasce orarie. Il buon senso, in questo caso, è soggettivo;
  • Per il “come”, invece, la questione è più semplice. Per risparmiare energia elettrica è bene posizionare lo scaldabagno vicino alle utenze interessate, perché maggiore è la distanza che deve percorrere l’acqua, maggiore è la dispersione di calore. Anche l’isolamento è importante, perciò metterlo vicino a una finestra o su una parete fredda non è una buona idea.

Come vedi le idee per risparmiare energia elettrica sono tante, tutte efficaci e tutte fattibili: non sconvolgeranno la tua routine né mineranno il tuo benessere a casa, richiedono il minimo sforzo e rendono al massimo!

New call-to-action

energiarinnovabile, Risparmio, Fotovoltaico

Inserisci un commento