sepatatoreBlog
Iscriviti alla nostra newsletter
sepatatoreBlog

Pannelli fotovoltaici: scopri quali dimensioni sono adatte alla tua casa

2 Novembre 2017 / Categoria: Fotovoltaico

Come faccio a scegliere? Come posso sapere qual è la tecnologia che meglio si addice ai miei consumi? Come faccio a capire quali sono le dimensioni di fotovoltaico adatte alla mia casa?

Sono queste le domande a cui spesso rispondiamo. Vediamo insieme quali sono i punti da tenere in considerazione al fine di fare una corretta valutazione.

 

 

È importante premettere che il fotovoltaico è in tutto e per tutto un investimento nel lungo periodo di tempo, è destinato a stare sul tetto della propria abitazione 30 anni e per tutti questi anni produrrà energia elettrica preziosa per il fabbisogno della tua famiglia. È molto importante, perciò, analizzare attentamente ogni aspetto prima di procedere all’acquisto del fotovoltaico e ancora più fondamentale è farsi supportare nella scelta da un’azienda che sia competente in materia e ti dia ottimi consigli, garanzie e prodotti innovativi e performanti.

 

Il punto di partenza per fare una corretta analisi della situazione dei consumi energetici è prendere in mano due o tre bollette dell’energia elettrica e analizzarle.

 

 

Ecco le tre fasi di analisi:

Prima fase: per prima cosa guarda a quanto ammontano i tuoi consumi energetici annuali. Troverai una dicitura in bolletta “Consumi annui in kWh pari a…” seguito da un numero in migliaia (2.500; 3.290; 4.550…). Questo dato è fondamentale da conoscere per fare una corretta valutazione.

Seconda fase: secondo passo è analizzare in che modo viene consumata quest’energia, ossia la divisione in fasce orarie (F1; F2 e F3). In questa fase si capisce quando la tua famiglia ha più bisogno di energia elettrica durante l’arco dell’intera giornata.

Terza fase: la terza è domandarsi: “Posso cambiare in qualche modo le abitudini di consumo?”

 

 

Questi dati ti consentono, grazie alla prima fase, di capire la potenza di impianto fotovoltaico di cui hai bisogno: per esempio, se i consumi annui sono pari a 4.600kWh, la potenza di impianto che dovresti installare è di 4,5kWp.

 

La seconda fase serve a capire la tecnologia di impianto fotovoltaico che meglio si adatta alle tue esigenze. Se la bolletta evidenzia consumi maggiori durante la fascia serale, allora l’impianto fotovoltaico adeguato è quello con un sistema di batterie d’accumulo dell’energia, poiché è in grado di restituire l’energia del giorno nelle ore serali e notturne, dove hai notato che consumi di più.

 

Ma attenzione, perché non è sempre così. Naturalmente ora che non hai un impianto fotovoltaico tenderai a consumare maggiormente nelle ore serali, quando l’energia elettrica costa meno, ma ecco che qui subentra la terza fase ossia la domanda “Posso cambiare in qualche modo le abitudini di consumo?” e questo serve a capire se hai la possibilità di spostare quei consumi serali durante le ore del giorno (per esempio accendere o programmare la lavatrice o la lavastoviglie quando il fotovoltaico è in funzione, andando così in autoconsumo diretto). Se la risposta è sì, allora anche un impianto fotovoltaico di tipo tradizionale va benissimo al fine di risparmiare e coprire la maggior parte dei tuoi consumi.

 

Per un’analisi più attenta ti consigliamo di organizzare un sopralluogo con un tecnico T-Green, è gratuito e ti consentirebbe di avere le idee chiare sulla tipologia e dimensione di fotovoltaico che è meglio adottare per le tue esigenze.

 

 

Sei interessato ad un sopralluogo tecnico gratuito?


 

Contattaci allo 0302793091!

 


Galleria Fotografica
Pannelli fotovoltaici: scopri quali dimensioni sono adatte alla tua casa
Inserisci un commento
Captcha
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno.
invia