Ti trovi qui: Blog > Impianto fotovoltaico da 3kw: calcola subito il risparmio in bolletta
Feed Rss

Impianto fotovoltaico da 3kw: calcola subito il risparmio in bolletta

April 12, 2018

/ Categoria: Fotovoltaico

Se stai pensando di installare un impianto fotovoltaico, stai facendo una scelta lungimirante. Ma quale impianto è adatto alla tua abitazione? Un fotovoltaico 3kw o qualcosa di diverso? Scoprilo in questo articolo, e prova a calcolare il risparmio economico grazie al nostro configuratore.

Un impianto fotovoltaico è un sistema di pannelli che assorbono l’energia solare e la convertono in energia elettrica, ossia corrente alternata con cui alimentare tutti gli apparecchi elettrici di un’abitazione. Per funzionare al meglio, devono essere posizionati su tetti ben esposti alla luce del sole.

Non tutti gli impianti sono uguali, esistono modelli dalle più svariate potenze: ad esempio, un fotovoltaico da 3kw è adatto ad un utilizzo domestico, sufficiente a coprire il fabbisogno energetico di una famiglia di 4 persone che risiede in Italia, mentre per una grande azienda è necessario un impianto con potenza maggiore.

Non solo, ma anche il funzionamento può variare:

  • Gli impianti tradizionali ti consentono di consumare immediatamente l’energia elettrica prodotta e di rivendere al distributore nazionale il surplus che non utilizzi (scambio sul posto).
  • Gli impianti On Grid, invece, offrono anche la possibilità di accumulare l’energia pulita in sistemi di accumulo specifici, fatti di batterie agli ioni di litio.

Per capire quale impianto è adatto alle tue esigenze, devi considerare diversi fattori. Vediamo quali.

 

Come calcolare il fabbisogno energetico della tua casa

Un impianto da 3kw rende, mediamente, 3.300 kWh l’anno nel nord Italia, 3.900 al centro e 4.500 nel sud Italia. Il primo passo per capire se un fotovoltaico da 3kw è adatto alle tue esigenze è valutare le tue spese abituali. Per farlo, è utile imparare a leggere le voci presenti sulla tua bolletta.

Come prima cosa, trovi i dati di fornitura e alcune voci importanti, come quelle relative a potenza impegnata (quella prevista dal contratto) e potenza disponibile (il massimo della potenza che può essere utilizzata).

Poi, sono elencate diverse voci relative a:

  • Spesa per la materia prima energia. Comprende quote fisse e componenti variabili, relative al prezzo dell’energia elettrica.
  • Spese trasporto e gestione del contatore. È l’importo da corrispondere per il servizio di trasporto dell’energia fino a casa, la distribuzione sulla rete nazionale e la gestione dei dati delle letture.
  • Spesa oneri di sistema. Costi relativi a operazione di interesse generale per il sistema elettrico.
  • Totale imposte e IVA.

La spesa maggiore è quella indicata dalla prima voce: la quota fissa è il costo di commercializzazione e dispacciamento dell’energia, le componenti variabili sono proporzionali ai consumi (calcolati in €/kWh) oltre che a dispacciamento, sbilanciamento e perequazione dell’energia. Queste dipendono dalla soluzione commerciale che hai adottato.

I consumi riportati in bolletta sono di 3 tipi: annuale, rilevato e fatturato. È particolarmente interessante il consumo annuale, che è la somma dei consumi fatturati negli ultimi 12 mesi ed offre quindi uno storico dei tuoi consumi.

 

Trova l'impianto fotovoltaico più adatto per la tua casa

 

Evita il fotovoltaico 3kw fai da te

Una volta che hai appurato che un impianto da 3kw potrebbe fare al caso tuo, probabilmente sarai tentato di optare per una soluzione fai da te.

Noi sconsigliamo questa scelta, per diversi motivi:

  1. Un impianto fatto in autonomia non ti permette di immettere in rete l’energia prodotta, cioè non puoi fare scambio sul posto in quanto non puoi effettuare da solo le corrette pratiche burocratiche
  2. Per la connessione in rete dell’impianto fotovoltaico bisogna rispettare rigorosamente le normative vigenti, rivolgendosi esclusivamente ad operatori specializzati.
  3. Il progetto per le autorizzazioni e gli allacciamenti deve essere redatto e firmato da un tecnico abilitato.
  4. Se provvedi autonomamente all’acquisto dei materiali (pannelli, inverter, materiali di cablatura) rischi di sbagliare, sprecando soldi e rischiando grosso.

È sempre meglio, quindi, affidarsi ad una azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di impianti fotovoltaici a norma: T-Green opera nel settore fotovoltaico da 5 anni, ha installato in tutta Italia più di 780 impianti certificati secondo le più recenti normative europee e offre, compresa nel prezzo, una garanzia di 25 anni.

 

Tutti i vantaggi di un fotovoltaico 3kw installato da T-Green

Un fotovoltaico 3kw installato da impiantisti professionisti è sicuramente la scelta migliore. Un impianto di questo tipo porta con sé tanti vantaggi, economici e non. Innanzitutto, sai di agire nel rispetto dell’ambiente, producendo energia pulita e contribuendo alla riduzione dell’inquinamento. Puoi dimenticare i costi della bolletta elettrica, perché con il fotovoltaico produci autonomamente l’energia che ti serve.

Non solo, ma puoi guadagnare con l’energia che non consumi: il surplus di energia che produci può essere rivenduto al Gestore dei Servizi Energetici (GSE), e pagato sotto forma di conguagli. E infine, non sprechi un centesimo del tuo denaro: l’investimento iniziale viene ammortizzato già dal primo mese.

Vuoi avere un’idea di quanto potrebbe essere il tuo risparmio economico installando un fotovoltaico 3kw? T-Green ti viene incontro: abbiamo progettato un configuratore che, elaborando alcuni dati relativi ai tuoi consumi attuali e alla tua abitazione, ti offre una prima stima della cifra che potresti risparmiare.

Noi sai quale impianto fotovoltaico scegliere?
Inserisci i dati della tua casa e della tua bolletta e scoprilo con il configuratore di T-Green.


Trova l'impianto fotovoltaico più adatto per la tua casa.

> Vai al configuratore!

Fotovoltaico

Inserisci un commento