Ti trovi qui: Blog > Formula E, il mondo elettrico si fa strada tra le vie di Roma
Feed Rss

Formula E, il mondo elettrico si fa strada tra le vie di Roma

May 30, 2018

/ Categoria: energiarinnovabile

Le strade di Roma hanno ancora fatto la storia. Non le arterie costruite dagli antichi romani e neppure quelle che oggi le cronache raccontano sconvolte dalle buche. Sulle strade di Roma, all’Eur per l’esattezza, si è svolto il primo E-Prix italiano, il percorso più lungo della stagione agonistica. “Formula E” vuol dire futuro. Lunghe 5.160 mm, larghe 1.770 e alte 1.050 mm, le monoposto hanno un peso complessivo di 900 chili, 385 dei quali derivanti dalla batteria. Si parla di potenze di 250 kW (pari a circa 340 cavalli) e di velocità che sfiorano i 300 km/orari.

Auto elettriche le cui prestazioni, anche se al momento ancora lontane da quelle delle cugine a benzina, crescono in modo esponenziale. Il futuro è elettrico? Pare non ci siano dubbi, rumore a parte. Chi ha sentito il suono proveniente dalla pista scuote la testa: è il rumore dei trapani elettrici, afferma sconsolato. Competizioni a parte, è la vita di tutti i giorni a sancire che la svolta elettrica è un dato di realtà: tutte le grandi case automobilistiche stanno abbandonando il diesel. FCA dirà addio ai motori a gasolio nel 2022 e punterà, come ha dichiarato Sergio Marchionne, prima sui motori ibridi e successivamente sul “full elettric”.

Silenzioso, economicamente vantaggioso e, soprattutto, pulito. Sono questi i tre principali attributi del mondo elettrico. La scelta che contribuirà a migliorare l’aria delle nostre metropoli la cui pessima qualità è il principale responsabile delle malattie respiratorie che colpiscono le persone più esposte e più fragili: gli anziani e i bambini.

L’elettrico non è una moda, né tanto meno uno snobismo sciocco. E’ il punto di approdo della ricerca scientifica e tecnologica: è il nostro futuro. Un futuro luminoso come il Sole, il “motore elettrico” che alimenta la vita del pianeta azzurro.

energiarinnovabile

Inserisci un commento