Ti trovi qui: Blog > Come risparmiare sulla luce: tipi di illuminazione e costi relativi
Feed Rss

Come risparmiare sulla luce: tipi di illuminazione e costi relativi

April 23, 2019

/ Categoria: Risparmio

Che le lampadine a incandescenza siano ormai fuori mercato, lo sanno quasi tutti. Ma fra lampadina a risparmio energetico e lampadina a LED, quale ti fa risparmiare di più sulla bolletta della luce?

 

Vuoi risparmiare sulla luce? Allora inizia proprio da lì, dalla luce: sai, per esempio, quali sono le lampadine con la minore dispersione di energia? E quale è il risparmio annuo garantito dall’utilizzo della migliore tecnologia?

Se la risposta è no, allora continua a leggere.

 

Incandescenza addio: chi ci rimane?

Da ormai qualche anno, le lampadine a incandescenza sono state eliminate dal mercato a causa del loro elevatissimo consumo energetico: la lampadina, surriscaldandosi, disperdeva fino al 90% di energia, trasformando in radiazione luminosa solo il 5-7%. Il loro costo era molto basso e il funzionamento semplice, certo, ma poco efficiente: dal momento che l’energia elettrica doveva passare attraverso un filamento di tungsteno, quest’ultimo si consumava alla svelta, in genere entro 3 anni.

Le lampadine tradizionali sono state quindi sostituite da quelle alogene, che permettono di risparmiare un minimo sulla bolletta della luce. Poi, vennero le lampadine a fluorescenza.

Lampadine a fluorescenza

Le lampadine a fluorescenza sono anche dette a risparmio energetico: l’energia dispersa sotto forma di calore, infatti, si ferma al 10-15%, durano di più (fino a 8 anni) e hanno un costo medio-basso.

Se è vero che ti fanno risparmiare sulla luce, hanno però qualche difetto:

  • Impiegano più tempo ad accendersi e a scaldarsi
  • Producono una luce molto artificiale e poco gradevole che, alla lunga, stanca l’occhio
  • Contengono un gas nobile miscelato con mercurio, perciò sono tossiche se si rompono e vanno riciclare in luoghi specifici.

tgreen1

Lampadine a LED

Eccoci alle regine indiscusse: le lampadine LED sono quelle che ti permettono maggiormente di risparmiare sulla luce. Hanno un solo difetto (il loro costo iniziale è medio-alto), ma per il resto garantiscono una serie di vantaggi:

  • Disperdono solo il 7-10% di energia
  • Durano più di 10.000 ore
  • Sono riciclabili al 100%
  • Producono una luce di alta qualità, piacevole per l’occhio
  • Si prestano a diventare oggetti di design grazie alla varietà di forme e dettagli.

tgreen2

 

L’occhio vuole la sua parte: chi si avvicina di più alla luce del sole?

Risparmiare sulla bolletta della luce è fondamentale, ma anche il comfort è importante: non tutte le lampadine producono una luce piacevole, perché alcune si allontanano molto dalla luce perfetta del sole, capace di illuminare tutti i colori dell’arcobaleno.

  • La lampadina a fluorescenza, come abbiamo anticipato, produce una luce di bassa qualità: non copre infatti le tonalità del giallo e del rosso mentre esalta soprattutto il verde e l’arancione. Il risultato è una luce finta, che stanca l’occhio e, inserita in ambienti lavorativi, riduce la produttività delle persone.
  • La lampadina a LED, invece, ha uno spettro più completo: riesce a coprire sia i toni caldi che quelli freddi, avvicinandosi più delle altre alla qualità della luce solare.

Scopri la nostra checklist facile, da applicare subito, per ridurre il costo della bolletta

 

Il calcolo oggettivo dei costi per risparmiare sulla bolletta della luce

La percentuale di energia dispersa, la durata della lampadina e il suo costo sul mercato sono i 3 parametri che influiscono direttamente sul risparmio in bolletta.

  • La lampadine tradizionali sono sempre state quelle con il costo iniziale minore ma, a causa della dispersione di energia e della breve durata di vita, anche quelle che sul lungo periodo si rivelavano più costose.
  • Le lampadine a LED hanno il costo iniziale più elevato di tutte (che è oggi, comunque, inferiore al passato, grazie al progressivo raffinamento della tecnologia) ma sono anche quelle che, sul lungo periodo, ti permettono di risparmiare di più sulle bollette della luce: ti basti pensare che, mediamente (ma tutto dipende dall’andamento del costo dell’energia elettrica), una lampadina tradizionale consumava circa 80€ di energia elettrica all’anno, mentre una LED consuma mediamente solo 14€ all’anno!
  • Le lampadine a fluorescenza si pongono a metà: l’investimento è vantaggioso ma la qualità del prodotto non all’altezza.

Il nostro consiglio è quindi di fare un rapido check a casa: se ancora utilizzi lampadine alogene o a fluorescenza, non esitare a cambiarle tutte con lampadine a LED. Ne beneficerà la tua bolletta della luce e anche la qualità della tua vita!

 

Scegliere le migliori lampadine non è l’unico modo per risparmiare sulla bolletta della luce; sai quali sono gli elettrodomestici che consumano di più? Scoprilo nel nostro quiz!

New call-to-action

Risparmio

Inserisci un commento

Archivio

see all