Ti trovi qui: Blog > Capitano, mio capitano
Feed Rss

Capitano, mio capitano

Guardate questa foto: ha fatto il giro del mondo. Ritrae l’uomo che ha trasformato la sua sciagura nell'emblema del coraggio danzare nel vuoto. L’avete riconosciuto? E’ Stephen Hawking a bordo di un aereo le cui evoluzioni simulano l’assenza di gravità. Hawking è un fisico teorico fra i più autorevoli al mondo grazie ai suoi studi sull'origine dell'universo. Come tutti i grandi scienziati, si è distinto per la capacità di rendere chiara e accessibile la scienza: il dono di trasformare quelle che potrebbero legittimamente apparire come astruserie da manicomio in racconto coinvolgente. Da dove veniamo, come è nato il mondo in cui viviamo, cos'è il tempo, lo spazio, l’infinito… sono le domande che Hawking si è posto lungo il corso della sua vita.

 

Sono i quesiti fondamentali delle “scienze di base”, le cui scoperte sono come le radici delle piante. Gemmando rendono possibili le fioriture tecnologiche che migliorano la qualità della vita di tutti i giorni. Un esempio fra i tanti: il GPS che sta acquattato nella pancia di ogni cellulare che si rispetti è una conseguenza della Relatività Generale postulata da Einstein.

 

Abbiamo bisogno della scienza e ne avremo sempre di più: viviamo in un mondo complesso e affollato che può progredire solo se impara ad usare con intelligenza le risorse, quelle finite e quelle infinite. Le prime inquinano e sono il passato; le seconde sono pulite e ci schiudono il futuro. E’ questione di buon senso oltreché di amore per la vita. Come ben sapeva il grande e coraggioso Stephen. Chi desidera saperne di più sulle risorse intelligenti e su quanto convengano, questo è un posto che vale la pena di visitare.

 

Impianti fotovoltaici, Chi siamo, Energia, ambiente e ecosostenibilità

Inserisci un commento

Archivio

see all